Studio della fertilità femminile

Una buona medicina inizia con una buona diagnosi

Attualmente, consigliamo di rivolgersi ad uno specialista dopo un anno di sesso senza protezione e nessuna gravidanza. D’altra parte, esistono diversi fattori associati che indicano se è necessario intraprendere uno studio sulla fertilità dopo solo 6 mesi (età della donna, anomalie del ciclo, storia patologica pelvica o testicolare e interventi chirurgici).

  • Visita ginecologica
    Durante la prima visita, elaboriamo la storia clinica della paziente, realizziamo un esame ginecologico ed una ecografia vaginale che ci aiuteranno a decidere gli esami complementari più idonei per proseguire lo studio di ogni donna o coppia.
  • Analisi del sangue
    Dai dati raccolti nella storia clinica di ogni paziente, si determina quali sono i test appropriati per diagnosticare ogni caso particolare.
    Questi test possono variare da: test ormonali di base tra il secondo e il quarto giorno del ciclo (come FSH, LH ed estradiolo) a studi di mappe genetiche e cariotipo. In Spagna, la legge sulla riproduzione assistita stabilisce che ogni coppia che inizia il trattamento deve sottoporsi a uno studio sierologico su HIV, epatite B, epatite C e sifilide.
  • Ecografia ginecologica
    L’ecografia ginecologica è una tecnica che ci consente di studiare l’apparato genitale interno, di valutare lo stato dell’utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie e di fare una diagnosi dell’endometriosi. Nella riproduzione assistita, contribuisce alla valutazione della riserva ovarica e al monitoraggio della crescita follicolare.
    Nei cicli di FIV, permette di eseguire l’ultrasonografia, il pick-up follicolare e il transfer degli embrioni.
  • Isterosalpingografia
    L’isterosalpingografia è una tecnica radiologica (immagine a calco). Mediante l’iniezione di un mezzo di contrasto radiopaco attraverso il collo dell’utero, si riempiono le tube e la cavità uterina. È possibile, così, studiare indirettamente l’anatomia interna di questi organi. Questa metodica ci permette di diagnosticare, per esempio, patologie uterine (malformazioni, sinechie o aderenze, tumori), patologie tubariche (blocchi, stenosi, polipi, idrosalpingi) e aderenze peritoneali.
  • Isteroscopia
    L’isteroscopia è una tecnica che ci permette di esplorare l’interno dell’utero (cavità uterina e il canale cervicale). Si esegue quando vi sono indizi di patologie uterine (polipi, miomi, ecc.). Inoltre, fa parte degli esami previsti nello studio dell’infertilità (aborti involontari ripetuti).
  • Laparoscopia
    È un procedimento che permette di visualizzare la cavità addominale e gli organi genitali interni. Si esegue in anestesia generale e richiede un ricovero ospedaliero che va dalle 12 alle 24 ore.

Per migliorare l’efficacia del trattamento, consigliamo di realizzare dei test genetici

PERCHÉ FERTILAB

  • PersonalizzazioneSiamo convinti che ogni caso sia unico e, quindi, sarà lo stesso ginecologo a seguire tutto il trattamento per stabilire una relazione di fiducia con la paziente e il partner.
  • RisultatiCon Fertilab 9 pazienti su 10 hanno raggiunto il loro obiettivo: un bimbo sano.Da più di 20 anni trasformiamo in realtà il sogno di donne e coppie.
  • Embryoscope+OIl nostro sistema non invasivo di incubazione di embrioni ci consente di monitorare in tempo reale la loro evoluzione, senza manipolazione, dalla fecondazione fino al momento del transfer. In questo modo, aumentiamo la sicurezza degli embrioni dei nostri pazienti e l’efficacia dei trattamenti.
  • Medicina artigianaleSiamo artigiani. Fertilab non ha protocolli rigidi, ma tutti si adattano alle esigenze e alle preferenze mediche di ogni persona.

% nascite nel primo ciclo

86.2%

Ovodonazione

41%

FIV con ovuli propri

Non sai ancora di cosa hai bisogno?

Richiedi un appuntamento +34 93 241 14 14